Viaggio in Giappone: la Valle di Kiso ha il sapore di un mondo rurale
viaggio in giappone valle di kiso

Qui, durante il tuo viaggio in Giappone, potrai praticare un’ottimo trekking, scoprire l’antica cultura zen e visitare ristoranti di famosi chef stellati.

Un meta turistica autunnale, o invernale, per sciare, ma non solo: la profonda vallata a sud di Nagano, nel cuore delle Alpi giapponesi, sull’isola di Honshū (Giappone centrale). La stagione delle piogge inizia a Giugno con l’estate e dura circa tre settimane. Ottobre è il periodo migliore per il clima e lo spettacolo dei colori della natura ne fanno il momento ideale.

Tutto gira intorno alla storica strada nota come “Nakasendo route” che fu costruita durante il periodo Edo (1603-1867) per collegare Edo (l’antico nome della città di Tokyo) a Kyoto. Qui le Alpi Giapponesi raggiungono la loro massima altezza e offrono fantastiche esperienze di trekking.

viaggio clulturale giappone valle di kiso

La costruzione del percorso si era resa necessaria in quanto durante la stagione delle piogge, la strada costiera Tokaido veniva spesso interrotta da fiumi straripanti bloccando così i traffici di merci, persone e soldati tra le due città.

I viaggi in Giappone nel XVII secolo erano sostanzialmente fatti a piedi e a cavallo, e quindi – così come è accaduto pensando a tutti i “cammini” del mondo – lungo il tragitto sono sorti un po’ per volta punti di ristoro per i viaggiatori, che con il tempo sono diventati veri e propri villaggi con una connotazione e una ricchezza abitativa propria della loro epoca.

Nel XXI secolo possiamo ancora riuscire a immaginare l’epoca Edo, in quanto poco è cambiato sia dal punto di vista paesaggistico che delle tradizioni artigiane che vengono tramandate di generazione in generazione. Ben cinque sono le varietà di cipressi che si utilizzano sia per creare oggetti di uso quotidiano che per la costruzione delle case. Lo skyline non è costituito da grattacieli come nella grande città di Tokyo, bensì da picchi montuosi, colline sinuose e valli remote.

La valle di Kiso è stata a lungo percorsa principalmente da pellegrini che si recavano di tempio in tempio per pregare, e ci sono davvero molti templi buddisti da visitare. Il più importante è sicuramente il tempio Kozenji – dedicato alla divinità buddista Achala (Nobile Inamovibile Signore) – inizialmente un dio minore, ma sempre più venerato in quanto in grado di rimuovere ostacoli e distruggere il male.

giappondne da scoprire viaggio

Qui si trova il più vasto giardino zen di roccia di tutta l’Asia orientale, e sono nel tempo fiorite le più diverse teorie alla ricerca del vero significato delle sue forme e del suo assetto: c’è chi dice che rappresenti le montagne circondate da nuvole, e chi invece sostiene che si tratti di una metafora del cosmo. Indipendentemente dall’interpretazione, si tratta certamente di un luogo davvero magico e appartato.

Crediamo che proprio il fatto di essere in una valle lontana dai grandi circuiti turistici renda il viaggio così esclusivo. Difficilmente sarà necessario fare code per visitare templi e borghi, anche nelle due stagioni più affollate: la primavera con la fioritura dei ciliegi e l’autunno con i suoi cromatismi sgargianti.

Diverse le attività praticabili all’aperto: passeggiate a piedi e a cavallo, canoa sul lago, rafting sul fiume. Durante l’inverno ci sono anche campi da sci; e la neve è particolarmente farinosa, rendendo quindi un vero piacere le discese sulle piste imbiancate. La Valle di Kiso è anche il punto di partenza per scalare il secondo vulcano più alto del Giappone: il Monte Ontake che raggiunge i 3.067 metri di altitudine.

Ecco una sistemazione di lusso nel Paese del Sol Levante che riassume l’essenza della valle di Kiso: lo Zenagi Hotel.

Un gruppo di imprenditori illuminati si è reso conto del declino economico di questa remota regione lontana dal caos e dai centri commerciali e ha deciso di contribuire al suo rilancio. L’idea è stata quella di far materializzare dinanzi agli ospiti ogni finezza dello stile Zen, a vantaggio contemporaneamente del benessere e della prosperità della regione.

Il nome è stato scelto sulla base di quattro elementi Zen: natura, pasto festivo, meditazione e buona azione.

La struttura risulta ricavata da una kominka (fattoria tradizionale giapponese) costruita in epoca Edo, e si trova sulla cima di una collina da cui si possono ammirare risaie a terrazza che in base alle stagioni cambiano colore suscitando suggestioni diverse.

Un muro di cinta in pietra la assimila a una cittadella, le imponenti colonne di legno e le travi sono unite senza utilizzare chiodi, e il colore nero del soffitto è stato creato dal fumo lieve di un camino nel corso di lunghi secoli.

A enfatizzare ancora di più il legame con il territorio abbiamo pavimenti luccicanti rifiniti con lacca nera Urushi, e carta Washi fatta a mano sulle pareti; mobili di design originali realizzati in legno locale, e vasche da bagno lussuose create con gli alberi sacri Hinoki di Kiso che sono spesso dedicati ai santuari Ise in tutto il paese del sol levante.

L’architettura originale è stata preservata il più possibile, riuscendo però ad offrire ai clienti un soggiorno più che confortevole.

Solo tre stanze per un massimo di 12 ospiti. Ogni stanza è composta da due piani: al primo piano c’è una camera da letto con bagno privato, e al secondo piano un ampio soggiorno.

viaggio di nozze in giappone

Lo Zenagi resort organizza escursioni e attività con guide di eccezione (tra cui atleti olimpici) in base ai desideri della clientela e alle condizioni climatiche, fornendo tutti i materiali e l’abbigliamento adatti a rendere ogni avventura un’esperienza unica, e vissuta in totale sicurezza.
Le attività possono essere praticate anche da bambini e persone non allenate: le guide – che parlano anche inglese – sono in grado di tarare la difficoltà dell’escursione in base alle capacità di ciascuno:

  • passeggiata sulla Nakasendo Route, tra foreste, giganteschi alberi sacri e vista mozzafiato sulle cascate.
  • visita alla città storica di Tsumago: quella che meglio conserva il patrimonio del passato.
  • gita in “E-Bike” tra risaie a terrazza e villaggi rurali, per meglio immergersi nella cultura locale.
  • visita a un villaggio specializzato in falegnameria, dove sarà possibile realizzare le proprie bacchette originali seguendo le indicazioni del maestro artigiano.
  • parapendio per ammirare le Alpi Giapponesi dall’alto.
  • canyoning (discesa dei torrenti a piedi) nella gola del fiume Kiso

La cucina di Zenagi si caratterizza per la filosofia Slow Food, e si avvale di ingredienti della regione quali il manzo Kiso, il pesce-gatto giapponese, matsutake (fungo raro e pregiato), selvaggina quale orso o cinghiale, verdure tradizionali coltivate con metodo BIO.

In questo tour in Giappone non mancate di visitare due chef stellati si occupano sia della preparazione dei pasti che di organizzare dei corsi di cucina sul posto. Si tratta di Hidehito Uchiyama (1 stella Michelin per 11 anni consecutivi presso il suo ristorante Ginza Uchiyama) e Patrizia Benedict (1 stella Michelin per 8 anni consecutivi presso il ristorante Bye Bye Blues di Palermo).

Un viaggio stupendo anche per un viaggio di nozze in Giappone.