“Alla Scoperta delle Radici della Storia”
Itinerario studiato per maggio
La Giordania, abitata fin dalla preistoria dai tanti popoli che si insediarono lungo le rive del Giordano, fu terra di passaggio delle più grandi civiltà: egizi, babilonesi, greci, romani, arabi, bizantini. Percorrerla significa scoprire le radici della cultura mediterranea. E’ qui che fu battezzato Cristo, da qui passarono Abramo e Mosè, che dal Monte Nebo contemplò la Terra Promessa, ma anche eserciti di crociati e pellegrini. E’ un Paese che incanta anche i viaggiatori più esigenti poiché chi cerca ricchezze storiche vi trova città che appartengono al passato di tutto il genere umano e chi vuole l’avventura troverà paesaggi incontaminati come la zona del Wadi Rum e la Strada dei Re. La gente è aperta, cordiale e con uno spiccato senso dell’ospitalità, derivato dall’antica tradizione beduina per cui il deserto diviene la casa di tutti i viaggiatori.

Additional information

PosizioneGiordania
Durata7 giorni
1

ITALIA / AMMAN / MAR MORTO

Partenza per Amman.
Arrivo all’aeroporto di Amman, disbrigo delle formalità doganali, ottenimento del visto, ritiro dei bagagli e proseguimento verso il Mar Morto (55 km. circa, 1 ora).
Sistemazione presso l’hotel: Holiday Inn Resort Dead Sea (5 stelle) o similare
Cena in hotel, pernottamento.

2

MAR MORTO / JERASH / AJILOUN / MAR MORTO

Prima colazione in hotel e partenza per l’intera giornata di visite. Prima sosta a Jerash, una delle città ellenistico/romane meglio conservate in medio oriente.
Fondata da Alessandro Magno nel 330 a.C. è un sito archeologico di rara bellezza e viene paragonata alla nostra Pompei per la grandiosità delle sue rovine. Era una delle capitali di provincia romane facente parte della Decapoli, la dinamica lega commerciale tra 10 città greco-romane. Si visiterà il Maximus Cardo, la strada colonnata fiancheggiata da templi, chiese, teatri e mosaici senza fine.
Pranzo a Jerash. Si prosegue sino alla cima del Jabal Auf, a 1240 mt. di altezza, per la visita del Castello di Ajiloun. E’ un castello islamico costruito da uno dei nipoti di Saladino ed è considerato uno dei maggiori esempi di architettura militare araba. Salire per le strette scale e camminare per i suoi immensi cortili, vi riporterà indietro nel tempo. Rientro in hotel, cena libera, pernottamento.
3

MAR MORTO / MOUNT NEBO / MADABA / PETRA

Prima colazione.
Partenza lungo l’antica Strada dei Re. La strada dei Re è un’arteria di 335 km che si snoda attraverso i vari habitat ecologici del Paese, fiancheggiata da entrambi i lati da una straordinaria serie di siti archeologici di antica tradizione storica e biblica. Menzionata per la prima volta con questo nome nella Bibbia, la Strada dei Re corrisponde al percorso che Mosè intendeva seguire guidando la sua gente verso nord, attraverso la terra di Edom, identificata con l’odierna Giordania meridionale. Si sale, come prima tappa, con una panoramica strada in circa 40 minuti al Monte Nebo. E’ uno dei luoghi più venerati della Giordania, dove, secondo la tradizione, morì e fu sepolto Mosè. Dal piazzale di fronte alla Chiesa, la vista si allarga sulla valle del Giordano sino ai tetti di Betlemme e Gerusalemme. Si raggiunge dopo un breve percorso di 15 minuti Madaba. Nota come la città dei mosaici, deve la sua fama ad una serie di straordinari mosaici bizantini e umayyadi, fra cui la nota mappa-mosaico di Gerusalemme e della Terra Santa, risalente al VI° secolo: con i suoi due milioni di tessere di pietra vividamente colorata, raffigura colline, valli, villaggi e città fino al delta del Nilo. Pranzo a Madaba. Procedendo verso sud si attraversa Wadi Mujib, il parco naturale situato nel punto più basso sul livello del mare al mondo, con uno spettacolare scenario che affaccia sulla sponda orientale del Mar Morto. Questa profonda gola presenta una spettacolare biodiversità: sono state registrate oltre 300 specie di piante, 10 specie di carnivori e numerose specie di uccelli stanziali e migratori. Il viaggio nella storia conduce fino a Petra che si raggiungerà in 3 ore. Arrivo e sistemazione all’hotel: Taibet Zaman (5 stelle) o similare
Cena libera, pernottamento.

4

PETRA

Prima colazione. Giornata dedicata alla visita della splendida Petra. La tribù nomade dei Nabatei costruì Petra per dominare le rotte commerciali delle spezie facendone un crocevia tra mondo orientale ed occidentale. Il loro regno durò 500 anni. La città, inespugnabile grazie ai pochi accessi, rimase nell’ombra per secoli e fu scoperta nel 1812; da allora è uno dei siti archeologici più visitati al mondo. Arrivare è già un’emozione. Per accedere al sito è necessario procedere per un chilometro lungo una gola o “siq” le cui pareti si elevano fino a 200 metri d’altezza. Il monumento più famoso, il Tesoro, appare in tutto il suo splendore alla fine del siq ed è solo una delle molte meraviglie architettoniche da esplorare a Petra. Dovunque centinaia di edifici, tombe, bagni, sale funerarie, templi, archi, strade fiancheggiate da colonne e affascinanti pitture rupestri, nonché un teatro all’aria aperta in grado di ospitare 3000 spettatori. I Nabatei giunsero a Petra provenendo dalla Penisola Araba intorno al VI sec. a.C. Durante il periodo ellenistico e romano, Petra fu la capitale del regno Nabateo (IV sec. a.C. – 106 d.C.) diventando il maggiore centro carovaniero, commerciando aromi dall’Arabia, seta dalla Cina e spezie dall’India, trasportando questi prodotto a Gaza ed Alessandria. Il Re Areta III estese il dominio fino a Damasco. Il Sultano Mamelucco Baybars visitò Petra nel 1276. Da quel momento nessuno più parlò di Petra fino al 1812 quando il viaggatore svizzero Giovanni Burkhardt la scoprì nuovamente.
Pranzo libero all’intero della città. Rientro in hotel nel pomeriggio.
Cena in hotel, pernottamento.
Possibilità di effettuare l’escursione “Petra By night” da pagare in loco:
Ore 19.50 partenza in pullman dall’hotel (circa 20 minuti di tragitto). La visita notturna di Petra inizia alle ore 20.30 con termine alle ore 22.00.
5

PETRA / WADI RUM / MAR MORTO

Dopo la prima colazione partenza verso l’area desertica di Wadi Rum (circa 2 ore). All’arrivo si proseguirà con jeep locali 4×4 scoperte.
Il paesaggio lunare del Wadi Rum è unico al mondo; considerato il più stupefacente fenomeno geologico della è caratterizzato Giordania, questo deserto da massicci montuosi che assumono sfumature incredibili che si riflettono sulle dune sabbiose e sull’orizzonte di un panorama mozzafiato. Pranzo al luxury Camp King Aretas. Durante le 2 ore di escursione si potranno ammirare le imponenti formazioni rocciose tra cui “I Sette Pilastri Della Saggezza” così chiamate in memoria dell’ufficiale britannico T.E. Lawrence, il Tempio Nabateo, la sorgente di Lawrence. Alla fine delle visite si torna con le jeep al visitor centre per riprendere il pullman e proseguire verso il Mar Morto.
Sistemazione all’hotel Holiday Inn Resort Dead Sea o similare
Cena libera e pernottamento.
6

MAR MORTO

Prima colazione. Intera giornata a disposizione per relax e per sfruttare i benefici effetti delle acque del Mar Morto. Potrete rilassarvi ai bordi delle grandi piscine o nelle terapeutiche acque del Mar Morto. Nella Spa potrete effettuare trattamenti a base di preziosi sali minerali. Senza dubbio uno dei luoghi più straordinari al mondo, la Rift Valley giordana offre un paesaggio splendido che, nei pressi del Mar Morto, raggiunge i 400 mt. sotto il livello del mare. E’ la depressione più bassa del pianeta, un vasto specchio d’acqua che accoglie un gran numero di affluenti, tra i quali spicca il fiume Giordano, le cui acque, una volta raggiunto il Mar Morto, non hanno ulteriore sbocco e devono forzatamente evaporare depositando un cocktail denso e ricco di sali minerali. Il Mar Morto è cinto da catene montuose a est e dalla dolci colline di Gerusalemme ad ovest, in un raro scenario di suggestività.
Pranzo libero, cena in hotel.
7

MAR MORTO / AMMAN / ITALIA

Prima colazione.
Trasferimento in aeroporto (circa 1 ora).
Partenza per l’Italia

DOCUMENTI PER L’ESPATRIO
Per i turisti italiani in viaggio in Giordania è necessario il passaporto valido almeno 6 mesi dal momento della partenza e il visto ottenibile in loco. Il visto è gratuito per gruppi di minimo 5 persone con arrivo e partenza nelle stesse date e sugli stessi voli.

ELETTRICITÀ
La corrente è a 220 volt come in Italia. Generalmente le spine sono a 2 spinotti, ma è possibile trovare anche quelle di tipo inglese a tre spinotti, quindi conviene portare un adattatore.

CLIMA E ABBIGLIAMENTO
La temperature minima e massima 15/28 gradi. Si raccomanda un abbigliamento pratico e informale per il giorno con scarpe comode e suola di gomma.

FUSO ORARIO
Un’ora in più rispetto all’Italia.

CHIAMATE TELEFONICHE
Chiamate Italia – Giordania: comporre il prefisso internazionale 00962, l’indicativo urbano senza lo zero, quindi il numero desiderato.
Chiamate Giordania – Italia: comporre il prefisso internazionale 0039, l’indicativo urbano con lo zero, quindi il numero desiderato.
Per i telefoni cellulari consultare il proprio gestore per copertura e costi.

VALUTA
La valuta ufficiale è il dinaro (JD). Sono accettate le carte di credito più diffuse (Visa, MasterCard, American Express, Citibank, Diners Club) e i Traveller’s Chèque. Consigliato portare prevalentemente dollari anche se comunque vengono cambiati anche gli Euro.

SHOPPING
Possibile trovare tappeti, oggetti in ottone, rame e legno, abiti ricamati, gioielli in oro e argento e prodotti cosmetici del Mar Morto.

VACCINAZIONI
Non esistono particolari obblighi per quanto riguarda le vaccinazioni.